Questo sito utilizza i cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo.  

PSR 2014-2020

Premessa

L’amministrazione del Consorzio Frutticoltori Alta Valsugana Sca intende rinnovare, vista la attuale normativa sui gas tossici, gli impianti tecnologici  per la produzione del freddo ormai obsoleti con delle moderne apparecchiature funzionanti  ad  ammoniaca come vettore principale.

 

         Allo stato attuale il magazzino ortofrutticolo di Caldonazzo dispone di 39 celle per la conservazione delle mele per un totale di circa 160.000 q.li, tutte   servite da impianti  funzionanti con gas R22 – R507 – R422 (Fluorurati) come fluido primario e come fluido secondario una soluzione acqua/glicole.  Il progetto in questione interessa la costruzione di un fabbricato strettamente tecnologico  posizionato sul lato ovest della struttura dove al piano terra c’è la nuova sala  frigorifera  con i sui locali annessi oltre ad una nuova cabina elettrica Mt/bt di consegna mentre al primo piano trovano posto due nuovi  locali  per il riposizionamento dei quadri elettrici esistenti e degli eventuali inverter di un impianto fotovoltaico oltre il riposizionamento delle due condensatori evaporativi. Si prevede anche l’adeguamento tecnologico   di tredici  celle attualmente raffreddate ad espansione diretta e il collegamento  tra la nuova sala di refrigerazione e i serbatoi del glicole esistenti collocati sui corridoi tecnici interni, per il trasferimento di potenza frigorifera. Le celle interessate all’adeguamento tecnologico verranno anche isolate con nuovi pannelli, porte di cella a tenuta.

 

         Grazie al Programma di Sviluppo Rurale 2014 – 2020 della P.A.T., e all’operazione 4.2.1 “Sostegno a favore della trasformazione commercializzazione e/o sviluppo dei prodotti agricoli” che contribuisce a raggiungere l’obiettivo della Focus area 3° “ migliorare l’integrazione dei produttori primari nella filiera agroalimentare attraverso i regimi di di qualità, la promozione dei prodotti nei mercati locali, le filiere corte, le associazioni dei produttori e le organizzazioni interprofessionali.

         Grazie a tali investimenti è stato possibile aumentare l’efficienza energetica dell’azienda con notevoli risparmi in termine di energia elettrica e quindi in bolletta, inoltre le nuove tecnologie applicate consentono una migliore conservazione del prodotto.

         L’importo delle opere è pari a 3.438.400,00 €, di cui quota FEASR (40%) 800.000€.

         Per maggiori informazioni sulle opportunità di finanziamento visitare il dito del PSR www.psr.provincia.tn.it e della Commissione europea dedicato al FEASR http://ec.europa.eu/agricoltura/rural-development-201-2020_it.

       
Istruzioni Web

Targa PSR



In Primo Piano

In Primo Piano

PSR 2014-2020

Premessa

L’amministrazione del Consorzio Frutti... [continua]

Antigrandine
Di seguito è possibile scaricare le presentazioni sui sistemi antigrandine. S... [continua]
Taratura macchine
TARATURA DISERBO
Prima della distribuzione dei prodotti diserb... [continua]